0

Spesso ci poniamo la questione su come nutrire il nostro corpo, ma quante volte ci chiediamo come poter nutrire la nostra mente per arrivare ad avere un pensiero positivo?

L’evoluzione della nostra mente non sempre è rimasta al passo con i tempi!  Ognuno di noi può verificare questa mia affermazione , fateci caso rimaniamo più attenti alle situazioni negative, ai pericoli piuttosto che a quelle positive, che tra l’altro ci farebbero stare meglio.

Cosa mai può essere successo? Perché questa predisposizione? E’ più semplice di quello che si può pensare.

L’evoluzione della specie!

Ebbene si, il nostro cervello rettile, ha adottato questa strategia per farci sopravvivere. Se pensate all’epoca dell’uomo sapiens la necessità giornaliera era data dalla sopravvivenza, ogni giorno era lottare per vedere la prossima alba, fuggire dal pericolo o lottare con il pericolo, situazioni che erano molto frequenti e necessitavano di reazioni immediate ed attenzione costante. Quindi il ns cervello ci protegge anche a discapito del ns star bene.

Questa strategia di sopravvivenza ha fatto si che si generassero malcontenti e insoddifazioni che a loro volta generano  comportamenti non funzionali e dannosi. In questo modo , il pensiero negativo rimane incollato a noi e fa scivolare via tutto ciò che è positivo.

E se riuscissimo a cambiare questa caratteristica? E se riuscissimo ad incollare a noi tutto ciò che è positivo e farci scivolare addosso le negatività? Come?

Prima di tutto diventando consapevoli che nell’era moderna a cui apparteniamo i pericoli fisici sono sovrastati da quelli psico emotivi a cui siamo sottoposti h24. Per stare bene l’essere umano ha necessità di percepire “sicurezza”. La sicurezza è direttamente connessa alla nostra felicità ed alla nostra interazione con gli altri in modo positivo allegro e felice, quando non ci sentiamo al sicuro interviene l’ipervigilanza ed il canale sicurezza si interrompe  ci comportiamo quindi in modo negativo con noi e con gli altri entrando in un loop emozionale non funzionale.

La  consapevolezza che ciò accade è già di per se la chiave per generare il cambiamento. Una delle strategie per me più efficaci e che mi ha aiutato in passato e mi aiuta tuttora, è mettere nero su bianco sul mio diario/agenda Ikigai, ogni timore ,paura , emozione , rischio, ogni cosa che mi metterebbe in uno stato di ipervigilanza.  Lo scrivo ogni mattina appena sveglio. La sera verifico quante delle mie profezie mattutine si sono verificate. Questa pratica mi ha reso maggiormente consapevole di  quello che, scritto la mattina si sia verificato! Tutti quei pericoli in realtà sono molto rari, invece sono molte le cose belle che questo atteggiamento negativo verso la realtà non ti permette di vedere e di godere.

E’ una partita che si gioca nella tua testa che con questa tecnica arriverai a vincere ! Provaci anzi Fallo

 

Questa tecnica  sfida e sollecita la tua percezione negativa all’inizio della giornata per poi verificarne la sera che quello che hai pensato e scritto è molto raro se non addirittura improbabile. Proverai su te stesso che funziona quando, la partita che giochi nella tua mente ti farà dare lo spazio e il valore che meritano  alle cose belle. Valore che fino ad ora avevi solo visto ma non compreso !

Scrivi un commento...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: