ALIMENTAZIONE

“Fa’ che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”
– Ippocrate di Cos

Alimentarsi è considerato uno dei piaceri della vita (oltre che un bisogno), ma mangiare bene in maniera corretta non significa solo saziarsi. D’altro canto anche “alimentarsi bene” non significa solo assumere cibo. È luogo comune pensare che l’alimentazione sia rappresentata solo da quello che mangiamo, come lo mastichiamo, quanto ne assumiamo, come lo digeriamo e come lo smaltiamo. È necessario ampliare la prospettiva per comprendere bene quali sono tutti gli elementi che influiscono sul nostro equilibrio psicofisico.

Oltre al cibo, il nostro corpo ha indispensabile bisogno di aria e di acqua, ovvero di respirare e di idratarsi. Per questo ho pensato di considerare l’alimentazione come l’insieme di questi tre elementi: nutrizione, idratazione e respirazione. Essi rappresentano un bisogno primario e imprescindibile per un essere vivente. Infatti, una buona educazione alimentare non può prescindere da come respiriamo e ci idratiamo durante la giornata; sono fattori e sinergie indispensabili per mantenere un corpo in salute e in equilibrio.

Partiamo proprio dall’alimentazione: sappiamo tutti che l’energia di cui abbiamo bisogno per vivere la otteniamo dal cibo e che più è “buono” il cibo che assumiamo e più è corretto lo stile alimentare che seguiamo, maggior energia riusciremo ad acquisire per vivere al meglio.

Un’alimentazione completa e calibrata permette al nostro fisico, e al nostro cervello, di reagire in maniera corretta mantenendo il corpo e la psiche in salute. Infatti, recenti studi hanno trovato e provato che esiste una forte correlazione tra il cervello e l’apparato digestivo. Il legame è talmente forte che la nostra pancia viene ora riconosciuta come un secondo cervello, detto anche cervello enterico.
Pertanto, una buona e sana alimentazione è responsabile del benessere psicofisico di ognuno di noi.
Badate bene però, l’equilibrio alimentare non si costruisce su un unico pasto o su un unico giorno ma piuttosto su una continuità nel tempo che contribuisca a modificare le abitudini sbagliate.

Oggi risulta impensabile parlare di corretta nutrizione se ci dimentichiamo che l’alimento principale di cui il nostro corpo ha bisogno è l’acqua. L’essere umano è costituito per il 70% di acqua.
Come il cibo deve essere assunto al fine di fornire “nuova” energia per vivere, anche l’acqua non può mancare e bisogna provvedere ad un suo quotidiano ricambio per mantenere sempre il nostro corpo perfettamente idratato.
È necessario mantenere il giusto bilancio idrico costituito dall’acqua assunta durante la giornata e l’acqua persa con respirazione, sudore e urina. Se si pensa che per ogni 25 chili di peso corporeo bisognerebbe bere 1 litro di acqua al giorno vi sarà facile calcolare quale sia il vostro bisogno.

Inoltre, quando parliamo di acqua, non parliamo solo di idratazione.  Infatti, attraverso il sangue ed il sistema linfatico, l’acqua trasporta ossigeno e sostanze nutritive a tutte le cellule, agli organi e, al tempo stesso, rimuove i prodotti di rifiuto, regola la temperatura corporea ed il volume cellulare, idrata la pelle e le mucose e lubrifica tessuti e articolazioni.

Servizi offerti

Rieducazione alimentare

Analisi del peso corporeo

(metodo BIA)

Personalizzazione dell’alimentazione

Eventi formativi

per una corretta alimentazione

Corretta respirazione

Consulenze per esercitazioni one-to-one o di gruppo

Testimonianze

Ho conosciuto Barbara Garbagnati nel 2009, dopo avere visto la trasformazione fisica di una persona che conoscevo e averle chiesto chi l'avesse seguita. Avevo un forte problema di sovrappeso (circa 20 kg) dovuto ad un'alimentazione sbagliata e una compensazione "affettiva" del cibo e del vino... Ho iniziato dunque un percorso con lei per perdere i chili e rieducarmi alimentarmente.
L'approccio di Barbara è molto bello, nel senso che cerca di capire qual è il tuo problema ma anche a cosa non rinunceresti mai, ti da indicazioni molto precise (necessarie, secondo me, nella fase iniziale) ma anche libere senza pasti "chiusi", in modo che uno possa seguire la dieta dovunque. È molto severa nel farti seguire le regole base, ma flessibile e aperta quando serve.
Ho perso 10Kg in circa 4 mesi poi, per gravi problemi familiari, ho smesso.

Ho ripreso il rapporto con Barbara nel 2013, quando avevo ripreso tutti i chili (e anche di più). Ero arrivata ad un peso di 83Kg, circa 23-25 kg sopra il mio peso salute.
Il percorso di tre anni prima non mi aveva rieducato, non ero pronta in realtà allora. Abbiamo ri-iniziato il percorso insieme. Vivevo un momento molto difficile, mi ero separata e il cibo ed il vino erano per me fonte di "affetto". Non nego che la fase iniziale sia stata molto dura, la disciplina richiesta era difficile, ma dopo un periodo iniziale "strong" abbiamo iniziato una fase di "crociera" che prevedeva uno "strappo" a settimana. Questo è stato fondamentale, secondo me, psicologicamente: potere mangiare una sera quello che si vuole aiuta psicologicamente e per la propria vita sociale.

Barbara richiede giustamente un appuntamento quindicinale nella fase di dieta vera e propria, questo permette di seguire passo passo la situazione e di essere aiutati e supportati nei momenti di sconforto, che ci sono... eccome!
Quello che è importante di Barbara è che ti insegna a mangiare in un modo completamente diverso, ti fa cambiare la testa, in un modo molto graduale ed equilibrato.
Nel giro di 9 mesi ho perso circa 22Kg arrivando a 60-62Kg. Un successo davvero straordinario!
Da allora, sono trascorsi ormai 5 anni. Ho sempre oscillato tra questo peso e qualche chilo in più.

Due anni fa ho richiamato Barbara perché mi sono resa conto che la paura di ingrassare (tipica di chi ha perso tanto peso) mi faceva fare una vita alimentare sacrificata e sbagliata con risultati oltretutto non eccezionali. Da allora Barbara mi segue sempre, non con la frequenza della fase "dieta", ma per continuare il percorso della rieducazione alimentare e per sentirmi più serena.
L'approccio di Barbara, severo ma comprensivo, fermo ma aperto, la sua passione per quello che fa che traspare sempre quando le parli, la disponibiltà ad un contatto in caso di bisogno, il fatto che venga lei nella tua casa, sono tutti elementi che fanno sì che il percorso con lei sia un cambiamento interiore più che una dieta.

Conosco molte persone che hanno perso peso, pochissime che non l'hanno sistematicamente ripreso. Invece, chi fa un percorso con Barbara cambia testa e certi errori non possono più ricapitare, non sistematicamente almeno.
Ho dato il contatto di Barbara a decine di persone, in quanto sono l'esempio vivente del suo successo, e molti sono diventati suoi pazienti.
Aggiungo, a tutto quanto detto, la straordinaria umanità di Barbara!

Laura Pinchera